Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

FORMIA – Trasporto Pubblico Locale, ecco cosa cambia.

Sono in arrivo importanti novità sul fronte del servizio di trasporto pubblico locale. La delibera votata questa mattina dalla giunta comunale ripristina parzialmente le corse soppresse a seguito dei tagli imposti da Governo e Regione, contenuti di 10 punti percentuali rispetto alle previsioni iniziali (dal 25 al 15%). Contestualmente, introduce nuovi servizi, calibrati sulle esigenze dell’utenza.
Confermando il capolinea dei bus al Molo Vespucci, la delibera prevede i seguenti interventi:
1)      ripristino del servizio da Penitro per il Mercato di via Olivastro Spaventola (con il seguente orario: 07.00 – 08.00 – 09.30 – 10.50 – 12.10) e dal Mercato per Penitro (07.30 – 08.50 – 10.15 – 11.30 – 12.40);
2)      istituzione di tre corse al servizio dell’Istituto geometra B. Tallini di Penitro. La partenza da Formia per l’Istituto sarà alle ore 07.50. Il ritorno Penitro-Formia alle 13.10 e alle 14.05
3)      prolungamento fino al 31 dicembre del servizio di bus navetta gratuito per il collegamento tra la Stazione Ferroviaria (Piazzale IV novembre) e il Molo Vespucci e viceversa, con orario di inizio alle ore 06.00 fino alle ore 21.00, garantendo il servizio ogni 15 minuti e stabilendo di effettuare n. 4 corse ogni sera al fine di favorire l’effettivo interscambio con la linea extraurbana per un totale di circa 11.240 chilometri a far data da lunedì 6 ottobre fino al 31 dicembre, escluso i festivi
4)      Linea B: ripristino della corsa delle ore 7.10 da Penitro per Formia;
5)      Linea C: anticipo alle ore 07:00 della corsa delle 07.10 e alle ore 07.20 della corsa delle ore 07.35;
6)      Linea D: anticipo dellla corsa delle ore 07:40 alle ore 07:25.
Sono stati dunque potenziati i trasporti sull’asse longitudinale Penitro-Formia. “Un ulteriore incremento di chilometraggio è demandato alla trattativa in corso con la Regione – spiegano il Sindaco Sandro Bartolomeo e l’Assessore alla Sostenibilità Urbana Claudio Marciano -, attraverso la quale contiamo di liberare ulteriori risorse da destinare alle esigenze di una città che concentra in sé una multiformità di servizi e che richiama ogni giorno anche masse di non residenti, cui ad esempio è principalmente destinato il servizio di bus navetta. L’incremento delle risorse deve essere accompagnato da una generale riorganizzazione del servizio che va ancorato alle esigenze reali dell’utenza. E’ quanto attueremo presto col redigendo Piano Urbano del Traffico”.
Per quanto concerne il capolinea e le esigenze dei pendolari che ogni giorno frequentano la stazione ferroviaria di Formia – temi al centro di una riunione tenutasi martedì in Comune alla presenza del Sindaco Bartolomeo, dell’Assessore Marciano, dell’Assessore di Gaeta Pasquale De Simone e dei rappresentanti di Cotral e Atp – a partire da lunedì, il primo cittadino di Formia emetterà un’ordinanza con i seguenti provvedimenti:
–   i bus Cotral provenienti da Gaeta potranno salire fino alla stazione dalle ore 19.30 alle 07:30 del mattino seguente. “Questo – spiegano Bartolomeo e Marciano – consentirà alla stragrande maggioranza dei pendolari di usufruire del trasporto Cotral direttamente alla stazione, fermo restando che è confermato il servizio di navetta gratuita che, ogni quindici minuti, fa la spola tra la stazione e il capolinea del Molo Vespucci”;
–   dalle ore 07.30 alle 08.30 del mattino, le corse che salgono fino a Castellone potranno avvicinarsi al Magistrale. Sarà disponibile la fermata di Piazza Mattei e quella di Rialto. Dalle 6 alle 21 il servizio sarà coperto dal bus navetta gratuito.
“Il centro urbano di Formia – spiega il tandem Bartolomeo-Marciano – viene quotidianamente attraversato da 150 autobus interurbani di 12 metri a gasolio che, tolti gli orari di punta dei pendolari, spesso transitano semivuoti. La presenza della cisterna romana sotto piazza Santa Teresa crea problemi di sicurezza sempre più gravi, causati in buona parte dal peso dei mezzi. La nuova conformazione del piazzale della stazione, l’esigenza complessiva di decongestionare il centro dal traffico sono tutti elementi che giustificano lo spostamento del capolinea al Molo Vespucci. L’intervento è coerente con un disegno complessivo che sarà attuato quando l’Amministrazione avrà chiuso le iniziative in programma per la regolamentazione della sosta e l’istituzione di nuove zone a traffico limitato. L’idea è quella di riconcepire completamente la sosta e l’accesso al centro urbano – proseguono -, limitando l’ingresso delle auto da sostituire con un servizio efficiente di navette elettriche, col molo Vespucci e il multipiano delle poste nel ruolo di hub. Presto prendere una navetta per arrivare al centro di Formia, o alla sua stazione ferroviaria, sarà una cosa normale. Questa soluzione renderà evidente che il fine di questi provvedimenti è incentivare il trasporto collettivo, pubblico o privato che sia, e trovare gli spazi per nuove forme di mobilità, come quella ciclabile. Si tratta di interventi che saranno realizzati a breve termine. A medio termine, c’è l’impegno comune con l’amministrazione di Gaeta di accelerare il più possibile la riattivazione della linea ferroviaria Formia – Gaeta, che risolverebbe moltissimi problemi di traffico in entrambi i Comuni. Comunque sia, il centro di Formia ha bisogno di più spazi di vita e di movimento per chi ci lavora e ci vive, non può continuare a essere un campo di attraversamento per merci o persone che devono recarsi altrove. Siamo comunque disponibili al dialogo – concludono – e, infatti, con il Comune di Gaeta, ATP e Cotral ci siamo impegnati a rivederci fra una settimana per vedere come vanno le cose. ”
Simone Pangia – Ufficio Stampa Comune di Formiastazione-formia

Updated: Ottobre 3, 2014 — 6:25 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Raf103e5.it e' gestito dall'Associazione Culturale RAF103e5 Frontier Theme