Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

FONDI: rimborsi viaggi al mafioso Aldo Trani. Il Tar vuole vederci chiaro


centro storico, il corso
 
Aldo Trani è un mafioso. Uno dei capi dell’associazione mafiosa costituita a Fondi, in grado di dettare legge in Comune. Un boss che deve scontare nove anni di reclusione. Sul fronte giudiziario non c’è più alcun dubbio: ricorso respinto dalla Cassazione e sentenza di condanna definitiva.

Per i giudici del Tar bisogna però ancora capire se è stato corretto non far partire a luglio il pregiudicato fondano per Los Angeles e se lo Stato soprattutto gli deve rimborsare i biglietti aerei, come lui ha chiesto. Esaminato in aula il ricorso presentato da “Parravano”, i giudici amministrativi del Lazio hanno così ora aperto un’istruttoria, ordinando ai Ministeri dell’interno e degli esteri di depositare in Tribunale documenti e relazioni.

Da quanto l’Antimafia di Roma ha aperto la prima inchiesta sulle mafie a Fondi, denominandola “Damasco”, si è visto tutto e il contrario di tutto. La battaglia sul viaggio negli Usa negato, però, mancava. Trani è di recente convolato a nuove nozze con un’italoamericana e a luglio appunto voleva andare in viaggio con la donna negli States. Il pregiudicato, gravato da una condanna a 9 anni di reclusione per mafia, ha acquistato i biglietti aerei e il 10 luglio voleva prendere un volo in partenza da Fiumicino e diretto a Los Angeles. È stato bloccato alla frontiera, gli è stato contestato il divieto di espatrio ed è stato rimandato a casa.

Al fondano quella vacanza mancata nella Città degli angeli non è andata giù e ha fatto ricorso al Tar contro il Viminale e contro la Farnesina, chiedendo il risarcimento dei biglietti aerei e di dichiarare nullo il provvedimento che l’aveva lasciato in Italia. Il Tribunale amministrativo, con decreto, aveva negato l’accoglimento delle richieste del fondano prima di discutere della vicenda in aula. Nel frattempo è arrivata la sentenza di Cassazione e la condanna per mafia di Trani è diventata definitiva. Inutile. Discussa la vicenda, i giudici amministrativi hanno ritenuto che “il caso” merita qualche approfondimento. Ai Ministeri degli interni e degli esteri i magistrati hanno così ordinato di depositare al Tar tutti gli atti del procedimento e di fare una relazione “di chiarimento sui fatti di causa”. E tutto entro 30 giorni. Poi, il 13 novembre, si tornerà in aula.

fonte:http://www.h24notizie.com/news/2014/09/28/fondi-rimborsi-viaggi-al-mafioso-aldo-trani-il-tar-vuole-vederci-chiaro/

Updated: Settembre 29, 2014 — 11:03 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Raf103e5.it e' gestito dall'Associazione Culturale RAF103e5 Frontier Theme