Formia, intitolazione dello stadio di Maranola alla memoria dell’allenatore Washington Parisio.

La giunta comunale di Formia ha deliberato l’intitolazione dello stadio di Maranola alla memoria dell’allenatore Washington Parisio, e la strada di collegamento adiacente al calciatore Massimo Pezzini, due icone rappresentative della storia biancazzurra. Le due popolari figure locali, scomparse rispettivamente il 26 gennaio 2010 all’età di 76 anni e il 1° marzo 2006 a 57 anni, si erano particolarmente distinte, durante la loro esistenza, per sentimento, passione ed impegno profusi negli anni affinchè tanti giovani potessero vivere proficuamente il mondo del calcio.

La decisione dell’intitolazione risale alla commissione consiliare Sport dello scorso novembre, cui parteciparono il presidente della stessa Simone Troisi, i consiglieri di maggioranza e minoranza e i promotori della richiesta che è stata accolta con entusiasmo dall’intera amministrazione. Washington Parisio è stato prima giocatore negli anni ‘50 del Formia e poi storico allenatore in diverse stagioni calcistiche: nel torneo ‘75-‘76 guidò la squadra durante il campionato di serie D.
Il suo nome è legato in particolare alla panchina del Formia (promozione in D negli anni ‘72-‘73 e ’84-‘85, oltreché nell’87-’88, pur ripescato perché giunto secondo alle spalle della Policassino. Poi la salvezza nella C2 ’79-’80 grazie ad una memorabile sfida con il Riccione all’ultima giornata: 2-1 in uno stadio strapieno. Ha allenato anche Gladiator (serie D), Fondi e Cassino, prima delle sue ultime esperienze in Promozione con il Formia 1905 e lo Scauri-Minturno, trascinando le due compagini a due splendide salvezze.
E’ ricordato con grande affetto e ammirazione dai tifosi formiani, in quanto allenatore in campo e fuori del campo, per la sua umanità e i suoi alti valori morali.

Anche l’altro calciatore del Formia, Massimo Pezzini, è ricordato come il capitano e un vero leader, un libero d’altri tempi. Ha militato con la maglia tirrenica per un decennio, arrivando a Formia all’età di 19 anni (‘69-’70) e partecipando ai campionati di serie C e serie D.

“I due atleti, cui saranno intitolati lo stadio e la stradina adiacente, rappresentano la nostra città e i successi sportivi del calcio nostrano – spiega l’assessore allo Sport, Alessandra Lardo, firmataria, insieme all’assessore al Patrimonio Paolo Mazza, della proposta di delibera – Purtroppo, dovremo attendere per organizzare un evento e festeggiare questa intitolazione. Tuttavia, quando lo faremo, vorrà essere un nuovo inizio, ricordando i momenti prestigiosi del passato, con lo sguardo al futuro che deve orientarsi ai valori di questi due egregi esponenti del calcio formiano”.

Updated: 15 Aprile 2020 — 19:08