Fondi, “Comune Riciclone”

Per il secondo anno consecutivo la Città di Fondi si conferma “Comune Riciclone” nell’ambito della terza edizione di “EcoForum”, che Legambiente organizza in collaborazione con la Regione Lazio.

A partire dal 2016, attraverso il concorso “Comuni Ricicloni” Legambiente premia solo i Comuni Rifiuti Free, ovvero quelli dove la raccolta differenziata funziona correttamente.

Sulla base dei dati ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale riferiti all’anno 2018, con il suo 81,75% di rifiuti differenziati (la percentuale 2017 era del 76,60%) Fondi risulta essere al secondo posto tra i Comuni della provincia di Latina, subito dopo Norma, ma ancora una volta prima in classifica considerando il rapporto tra residenti e percentuale raggiunta: la popolazione di Fondi ammonta infatti a circa 40.000 abitanti, quella di Norma a circa 4.000. Seguono nella classifica Itri (80,06%), Spigno Saturnia (78,00%), Roccagorga (77,71%), Cori (75,59%), Campodimele (73,35%), Terracina (72,11%) e via via tutti gli altri.

Nel corso della manifestazione, svoltasi nella mattinata odierna a Roma presso l’Hotel Quirinale, è stato consegnato l’attestato di merito all’Assessore all’Ambiente del Comune di Fondi Roberta Muccitelli: «La nostra città si riconferma un’eccellenza, non solo a livello regionale ma anche nazionale. Secondo gli ultimi dati del Rapporto rifiuti urbani 2018 ISPRA in Italia la raccolta differenziata intercetta mediamente il 55,5% dei rifiuti prodotti. Il risultato di Fondi è encomiabile, essendo passati dal 32,85% del 2016 all’81,75% del 2018, un dato già ampiamente superato perché al Novembre 2019 oltre l’86% dei rifiuti prodotti nel nostro Comune è stato differenziato e avviato al riciclo. La positiva risposta della cittadinanza al servizio di raccolta dei rifiuti “porta a porta” continua dunque a dare buoni frutti, grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale, alla fattiva collaborazione degli utenti e al servizio di raccolta curato dal soggetto gestore De Vizia – Urbaser. Ma non dobbiamo cullarci sugli allori, perché se vogliamo continuare a migliorare la qualità della nostra vita e l’ambiente non abbiamo altra strada che inseguire traguardi ambiziosi. Proseguiremo dunque con la stessa determinazione anche nell’immediato futuro, continuando ad esempio le attività di sensibilizzazione ambientale e rinnovando l’impegno per la riduzione dei rifiuti plastici con iniziative concrete, come quella che attueremo a giorni con la distribuzione gratuita di borracce ad alunni e studenti degli Istituti scolastici cittadini per ridurre il consumo di bottiglie di plastica».

Updated: 18 Dicembre 2019 — 10:41