Fondi, nuovi punti di raccolta per l’olio vegetale esausto.

Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli informano la cittadinanza che a partire da Martedì 3 Dicembre 2019 saranno posizionati in via sperimentale, in diverse aree del territorio, numerosi punti di raccolta per l’olio vegetale esausto.

Questi i siti interessati: piazzale della Croce Rossa (c/o Stadio Purificato), piazzale Archimede Amleto Rotunno (c/o Comando di Polizia Locale), piazzale Francesco Evangelista (c/o supermercato), parcheggio dell’area mercatale di via Mola S. Maria, via Cocuruzzo (c/o Scuola dell’Infanzia), via Guado Bastianelli.

Nei giorni successivi, il posizionamento dei punti di raccolta sarà visualizzato anche sull’app Junker.

Una volta fatto raffreddare, l’olio per uso alimentare deve essere versato in una qualsiasi bottiglia in plastica da riciclare e inserita nell’oblò del punto di raccolta.

E’ severamente vietato smaltire in tal modo l’olio motore, come previsto dalla vigente normativa.

«Con questa iniziativa – affermano il sindaco De Meo e l’Assessore Muccitelli – proseguiamo il percorso virtuoso in ambito ambientale avviato con la raccolta differenziata e andiamo incontro alle esigenze dei cittadini, oltre a salvaguardare l’ambiente, poiché gli oli vegetali esausti, opportunamente raccolti e recuperati, possono essere trasformati in biocombustibile, e pertanto sono una fonte energetica rinnovabile. Gli oli vegetali che residuano dalla cottura non devono essere versati in fognatura, perché intasano le condutture, determinano il malfunzionamento degli impianti di depurazione delle acque e favoriscono la proliferazione delle blatte. E non devono neppure essere dispersi nell’ambiente perché sono fortemente inquinanti: basta infatti un Kg di olio vegetale esausto a contaminare una superficie d’acqua di 1.000 m². La raccolta degli oli vegetali esausti è un tassello aggiuntivo al servizio di raccolta differenziata che consente ai nostri concittadini di smaltire i propri rifiuti in modo efficiente, consentendo la migliore tutela e salvaguardia del patrimonio ambientale del nostro territorio».

Updated: 2 Dicembre 2019 — 13:02