FONDI. Conferenza stampa del Sindaco salvatore De Meo.

Il consueto incontro quadrimestrale del Sindaco di Fondi Salvatore De Meo con gli operatori dell’informazione, svoltosi questa mattina presso la Casa comunale, si è aperto con gli auguri a cittadini e turisti per il prossimo Ferragosto e con il riepilogo delle iniziative degli ultimi mesi e di quelle in corso, che in sinergia con l’associazionismo locale vedono la città di Fondi offrire come sempre un programma ricco e articolato di iniziative ed eventi culturali, sportivi e di intrattenimento: dalla IX edizione di “Fondi Notte Bianca” appena conclusa – evento rinnovato che ha attratto migliaia di cittadini e turisti, provenienti in particolar modo dalla fascia costiera, e che ha coinvolto attivamente le attività commerciali del centro cittadino – al “Fondi Summer Sport”, che a Luglio ha visto svolgersi numerose competizioni favorendo in particolare l’aggregazione giovanile;  proseguendo con la XXXIII edizione del “Festival Internazionale del Folklore”, il concerto di Chiara Storia, la IV edizione del “Summer Day Music Contest” e la III edizione della “Giornata dell’accoglienza turistica” con l’esibizione di Desire Capaldo, che proprio a Fondi ha presentato in anteprima il suo nuovo CD. Nel dare appuntamento alla prossima iniziativa culturale organizzata con la Comunità di S. Egidio, che il 29 Agosto vedrà protagonisti Raffaele Cantone, Mons. Vincenzo Paglia, l’Arcivescovo di Gaeta Mons. Luigi Vari e Andrea Riccardi, il primo cittadino ha ricordato anche gli eventi dei mesi scorsi, tra cui la Festa della Repubblica, la Festa della Polizia svoltasi al MOF nel 167° Anniversario della Fondazione, l’XI edizione dell’Agone, il Progetto dell’ITIS Pacinotti “Europe yesterday, today, tomorrow” alla II edizione, il Caffè letterario dell’I.I.S. “Gobetti – De Libero”. Nell’ambito delle attività promozionali, sono state menzionate due trasmissioni TV nazionali che, in collaborazione con gli Uffici comunali, hanno messo al centro le bellezze culturali e storico-architettoniche di Fondi: “Easy Driver” (RAI 1) e “Frammenti d’Arte” (RAI News 24). Il Sindaco ha poi rammentato l’istituzione della sede di formazione musicale del Conservatorio “Respighi”, che aprirà nelle prossime settimane a Villa Placitelli, grazie alla collaborazione del Parco Ausoni, e le attività di gemellaggio: «Dopo la celebrazione del ventennale nel 2018, esse sono proseguite con la visita di una nostra delegazione a Dachau nei giorni scorsi e a fine Agosto saranno in visita a Fondi alcuni amministratori della città bavarese. Voglio inoltre ricordare che nel Giugno scorso il borgomastro Florian Hartmann e la sua fidanzata Julia Märkl hanno scelto di sposarsi proprio nella nostra città, a riprova di un legame di amicizia rafforzatosi negli anni che rinvigorisce i rapporti istituzionali».

In ambito ambientale, De Meo ha ricordato lo svolgimento della terza edizione del Concorso “Balconi fioriti – Città di Fondi”, finalizzato a promuovere il senso civico e il miglioramento del decoro dell’arredo urbano; la piantumazione di alberi nelle scuole; le “Olimpiadi della differenziata – Dieci e lode per la plastica e la carta” e le giornate ecologiche con gli alunni degli istituti scolastici volte ad una sempre maggiore sensibilizzazione ambientale nei confronti delle giovani generazioni; i cicli di disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione sul territorio comunale in merito ai quali si procederà a sensibilizzare il soggetto gestore Acqualatina per ulteriori interventi; l’attivazione dal Giugno scorso delle Ecoisole informatizzate che consentono a villeggianti e residenti di conferire h24 tutte le tipologie di rifiuto differenziato; l’ordinanza-invito alla riduzione della plastica e l’adesione al progetto regionale “plastic free” «che prevede anche la distribuzione agli alunni di borracce ecologiche, al fine di contrastare il grande quantitativo di bottiglie e bicchieri in plastica che ogni giorno vengono gettati nei cestini e che contribuiscono all’inquinamento dell’ambiente ». In merito all’emergenza del conferimento in discarica della frazione organica, che da alcuni giorni è al centro delle cronache, il Sindaco ha ricordato che a seguito di un incontro in Regione il 6 Agosto scorso oltre venti Comuni pontini, con il coordinamento del Presidente della Provincia Medici, hanno chiesto un incontro al Presidente della Regione Zingaretti per sollecitare una soluzione urgente al rischio che i due impianti pontini, già sovraccarichi dei rifiuti della capitale e interessati da manutenzioni straordinarie, tra pochi giorni potrebbero non potere più accogliere i conferimenti dell’umido: una situazione grave, anche in considerazione delle alte temperature, che necessita di una soluzione immediata e, in prospettiva, di una strutturale, con la realizzazione di un impianto pubblico provinciale di trattamento rifiuti, la cui assenza, unitamente all’insufficienza di impianti sul territorio regionale, è la vera causa del problema: «Nel mese di Luglio scorso la città di Fondi ha raggiunto una percentuale dell’85%, ma la raccolta differenziata da sola non risolve il problema del trattamento dei rifiuti».

Nel merito delle attività dell’Urbanistica, De Meo ha ricordato che «nell’ultimo quadrimestre abbiamo emesso provvedimenti qualificanti del nostro percorso amministrativo», menzionando la deliberazione della proposta alla Regione Lazio di revisione dell’attuale classificazione nel P.A.I. – Piano di Assetto Idrogeologico per le aree che soddisfano le condizioni di sicurezza, l’approvazione in Consiglio comunale del Regolamento per la destinazione e l’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata e l’assegnazione di alloggi destinati all’edilizia popolare. Tra le altre attività, sono state ricordate l’individuazione di aree private da destinare alla sosta temporanea dei camper e di aree parcheggio a servizio del litorale, la variante speciale Nucleo 1 Pedemontana – che dopo l’approvazione e la presa d’atto dell’assenza di osservazioni e opposizioni sulla perimetrazione vede ora gli Uffici comunali al lavoro per completare l’iter previsto dalla Legge Regionale 28/1980 per la definitiva approvazione della variante da parte della Regione – nonché la deliberazione, nel mese di Luglio, dell’accorpamento dei Nuclei 2 e 3 (Querce e S. Magno), a seguito della quale gli Uffici stanno procedendo a redigere la relativa variante urbanistica. E ancora: l’approvazione del Regolamento per l’attuazione della cessione di cubatura e trasferimento di volumetrie, nel quale sono riportati i principi e le regole operative per l’applicazione dell’istituto della cessione di cubatura; l’istituzione del Registro comunale dei diritti edificatori, come previsto nel regolamento dei criteri e modalità per l’attuazione della cessione di cubatura e trasferimento di volumetrie, e l’aggiornamento del Piano d’arredo urbano.

Numerosi anche gli interventi del Settore Lavori Pubblici, tra cui i lavori presso il piazzale del Teatro comunale, limitrofo a istituti scolastici e area mercatale; l’ottenimento di un finanziamento di 130.000 Euro per il progetto di riqualificazione del secondo tratto di via Ponte Gagliardo, finanziato con i fondi assegnati al Comune dal Decreto crescita; i lavori al plesso scolastico Salto Covino, che vedrà l’accorpamento della Scuola Elementare Selva Vetere; i lavori di ampliamento del cimitero, iniziati ad Aprile, che a fronte di un investimento di oltre 300.000 Euro porteranno alla realizzazione di 440 loculi e 3 campi di inumazione; l’ampliamento della pubblica illuminazione nelle vie Vetrine, Basilicata e Lombardia, annunciando ulteriori interventi in tale ambito da effettuarsi nei prossimi mesi.

«L’Amministrazione comunale a mia guida – ha poi sottolineato De Meo – ha sempre considerato prioritari i Servizi sociali e assistenziali, per i quali abbiamo messo a bilancio ben 3.700.000 Euro, dei quali 1.500.000 Euro totalmente a carico delle risorse comunali». Oltre alle agevolazioni TARI per disabili e svantaggiati e alle borse lavoro per soggetti disagiati, il Sindaco ha ricordato il sostegno alle attività dei Centri diurni per disabili adulti “L’Allegra Brigata” e per minori “Magicabula”, oltre all’approvazione in Consiglio comunale dello schema di convenzione per la gestione associata dei servizi sociali del Distretto Socio-sanitario LT 4 – convenzione che avrà durata di un anno e che vede confermato Fondi quale Comune capofila. Il primo cittadino ha poi richiamato la pubblicazione, da parte del citato Distretto, dell’Avviso pubblico regionale relativo all’integrazione socio-educativa dei ragazzi ai fini dell’attribuzione di voucher per la frequenza gratuita ad attività sportive e musicali.

Con riferimento al Settore Bilancio, oltre al rispetto delle scadenze – come l’approvazione della relazione sulla gestione e rendiconto esercizio 2018, con un importante avanzo di gestione, e la salvaguardia e assestamento generale degli equilibri di bilancio 2019 – nell’ambito delle attività dell’assessorato De Meo ha fatto riferimento alla deliberazione di istituzione presso la Casa comunale di uno sportello di informazione sui rischi del sovraindebitamento: in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati, l’Associazione “L’Approdo” e l’Ordine dei Commercialisti sarà offerto un servizio di consulenza e assistenza al quale gli utenti interessati da difficoltà economiche possono rivolgersi per verificare la sussistenza dei presupposti per poter accedere alla procedura di composizione della crisi presso l’organismo deputato.

Con particolare riferimento ad una sempre maggiore garanzia di sicurezza di tutti gli utenti della strada, tra le attività della Polizia Locale sono stati ricordati l’installazione di dispositivi di rilevamento delle infrazioni del Codice della Strada presso la S.S. n°7 Appia e l’impianto semaforico tra via Ponte Gagliardo e la S.P. Lenola; l’integrazione del Regolamento di Polizia Locale con l’istituzione di un’Unità cinofila che prevede a breve l’attivazione di servizi mirati in collaborazione con le altre Forze dell’Ordine del territorio; la collaborazione con la Rete d’imprese “Fondi +” per l’installazione, con finanziamenti regionali e comunali, di telecamere nel centro storico per un maggior presidio e una migliore vivibilità dell’area.

Infine De Meo ha reso nota la conclusione delle istruttorie per le richieste di risarcimento danni a seguito degli eventi calamitosi dell’Ottobre 2018, a seguito delle quali sono state ritenute ammissibili di contributo 7 istanze da parte dei privati e 39 di attività produttive, per un totale di oltre 1.200.000 Euro, «importo comunque insufficiente a coprire i danni complessivamente subiti».

In conclusione il Sindaco ha dato spazio agli interventi degli operatori dell’informazione.

In merito ad una domanda sul Museo del Neorealismo, De Meo ha replicato che «gli atti sono chiari: la Regione Lazio ha deliberato un contributo di circa 2.700.000 Euro, dei quali 1 milione destinati al completamento dei lavori del Teatro comunale e la restante parte agli interventi previsti per l’attuazione del programma di valorizzazione e fruizione dell’ex Convento di S. Domenico e all’insediamento e messa in esercizio, proprio all’interno di S. Domenico, del Museo del Neorealismo e dei servizi accessori. Il tutto è stato subordinato ad una convenzione che gli Uffici della società LAZIOcrea – soggetto a cui la Regione ha demandato la realizzazione dell’intervento – stanno predisponendo. Nei mesi scorsi ho sollecitato LAZIOcrea per addivenire a questa convenzione, so per certo che c’è stato un interessamento diretto anche del capo di gabinetto del Presidente Zingaretti che sta seguendo in prima persona questa iniziativa, alla quale hanno dato la massima priorità. Probabilmente i ritardi occorsi sono dovuti ad un avvicendamento alla presidenza di LAZIOcrea, avvenuta nei mesi scorsi, e con la pausa estiva si sono ulteriormente accentuati. E’ mia intenzione sollecitare, alla ripresa delle attività, la sottoscrizione della convenzione affinché si possa dare seguito a ciò che è stato ormai deliberato: c’è un atto formale e quindi il Museo del Neorealismo è una grandissima realtà che si concretizzerà, i locali sono stati ben individuati e pertanto è necessario che si intervenga nel più breve tempo possibile per la sistemazione e l’allestimento degli stessi con l’arredo museale».

Riguardo all’ospedale il Sindaco ha affermato: «Alla luce di un impegno formalmente assunto dal Presidente della Regione Lazio Zingaretti alla presenza mia, del Senatore Fazzone e del Consigliere regionale Simeone, ho incontrato più volte il Direttore Generale ASL Casati e l’Assessore regionale D’Amato, ai quali non ho mai smesso di richiedere un’attenzione prioritaria sul S. Giovanni di Dio, in ragione delle sue oggettive caratteristiche e in quanto essenziale nella rete ospedaliera provinciale. Questa sollecitazione ha consentito di giungere ad un programma di lavori per il quale gli uffici tecnici della ASL di Latina sono impegnati nella rispettiva quantificazione delle risorse necessarie, che dovrebbe prevedere un impegno economico diretto della ASL e della Regione Lazio, oltre che ulteriori risorse che la Regione ha avuto dal Ministero della Sanità, per il cui utilizzo è necessaria una progettazione specifica da sottoporre al vaglio dello stesso Ministero. E’ previsto l’investimento di una significativa somma finalizzata a migliorare la struttura e i reparti del nosocomio e all’acquisto di attrezzature. A ciò si aggiunge che sono già in atto le procedure di reclutamento di personale medico e infermieristico da destinare al potenziamento dei servizi del nostro nosocomio. Tutto ciò è il frutto di una lunga ed estenuante sollecitazione istituzionale, condivisa anche dal Comitato pro ospedale e dalla Fondazione S. Giovanni di Dio, con cui più volte abbiamo incontrato il Direttore Casati e sollecitato una programmazione più articolata che preveda l’implementazione di servizi presso il nostro nosocomio».

Con riferimento alle scorribande in bici di ragazzi e adolescenti nell’area pedonale, De Meo ha sottolineato come «il problema, che stiamo affrontando, presenta non poche difficoltà. La presenza degli operatori di Polizia Locale, che troppo spesso si vedono costretti a rincorrere le bici, con tutti i pericoli che ne derivano, o ad affrontare genitori che non accolgono in maniera educativa e costruttiva questo tipo di controlli, non sempre può essere garantita in maniera fissa. Raccolgo questa segnalazione per rinnovare al Comandante Acquaro la richiesta di intensificare l’attività di controllo ma faccio in primis appello al buon senso civico dei nostri concittadini».

Per quanto riguarda la mobilità ciclabile «è stata definita la progettazione di diversi tratti di piste ciclabili, alcune delle quali sono state anche finanziate. La questione è soprattutto culturale: abbiamo un territorio pianeggiante e si potrebbero anche creare soluzioni alternative alle piste ciclabili. Purtroppo registriamo una difficoltà: il centro urbano è caratterizzato da arterie viarie che nascono datate e per poter realizzare sulle stesse delle piste ciclabili si dovrebbero ridurre le carreggiate e gli spazi per la sosta delle automobili, con una serie di ulteriori difficoltà, in quanto tali interventi devono essere sempre coniugati con le esigenze di tutta la comunità: pedoni, automobilisti, residenti, commercianti. Ciò non vuol dire che non si debba andare in quella direzione, e nel frattempo si è condivisa la realizzazione di un progetto importante che darebbe un segnale tangibile, ovvero la pista ciclabile dalla biblioteca comunale allo scalo ferroviario, che è uno dei luoghi più frequentati della città, dando vita così anche ad una mobilità alternativa all’automobile».

In merito agli incendi boschivi, il Sindaco ha confermato la sussistenza di un Piano di coordinamento, in particolare a cura della sezione dei Forestali del Comando dei Carabinieri «Nell’ambito del Piano comunale di Protezione civile abbiamo dedicato una sezione al rischio incendi. Il monitoraggio che viene attuato, anche tramite i droni dei Parchi, risulta sempre insufficiente rispetto alla dolosità del crescente numero di incendi che hanno interessato il nostro territorio nelle ultime settimane. A mio avviso, considerate le risorse economiche spese per la fase di spegnimento degli incendi potremmo destinare maggiori finanziamenti all’azione di prevenzione e monitoraggio del territorio. Si potrebbero, ad esempio, coinvolgere volontari da mettere in condizione di raggiungere le zone montuose. Così come stiamo pensando di condividere un intervento di programmazione che colleghi valle S. Pietro alla località Querce per favorire con le “piste forestali” una maggiore fruibilità dei luoghi, riducendo la possibilità per queste ignobili persone di accendere fuochi che risultano devastanti per le nostre colline. Vi informo infine che il nostro Comune aggiorna annualmente il catasto incendi, dove scattano per tutte le aree interessate e percorse da fuochi segnalate dal Comando Forestale dei Carabinieri i divieti previsti dalla vigente normativa».

Updated: 13 Agosto 2019 — 17:49