FONDI. Agevolazioni TARI per disabili e svantaggiati.

Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis rendono noto che, a seguito dell’approvazione delle tariffe comunali, in data Venerdì 29 Marzo u.s. è stato pubblicato sull’Albo pretorio online l’Avviso pubblico relativo al riconoscimento delle agevolazioni TARI 2019 ai soggetti che, alla data di presentazione della domanda, risultano in possesso dei seguenti requisiti: 1) essere intestatario di un’utenza domestica TARI relativa ad unità immobiliare accatastata in categoria A nella quale sia residente un soggetto diversamente abile, con grado di invalidità pari al 100%, come attestato da certificazione rilasciata dalla Commissione Medica, con un valore I.S.E.E. del nucleo familiare non superiore ad € 12.000,00; 2) essere intestatario di un’utenza domestica TARI relativa ad unità immobiliare accatastata in categoria A nella quale sia residente un nucleo familiare che versa in condizioni di disagio economico ed è stato preso in carico permanentemente dai Servizi Sociali dell’Ente, previa presentazione di specifica domanda di agevolazione, con un valore I.S.E.E. del nucleo familiare pari a zero.

«Proseguendo nella politica di riconoscimento delle agevolazioni TARI – informano il Sindaco De Meo e l’Assessore De Bonis –, per l’anno 2019 l’Amministrazione comunale ha operato un aumento dell’agevolazione per i disabili, portandola dal 30 al 50%, mentre per i soggetti in condizione di disagio economico la riduzione è prevista fino ad un massimo del 100% del tributo».

Le domande di agevolazione devono essere sottoscritte dall’intestatario dell’utenza e compilate unicamente sul modulo predisposto dal Comune di Fondi, reperibile presso il Servizio Tributi e altresì sul sito internet istituzionale del Comune di Fondi www.comunedifondi.it.

La domanda può essere presentata a mano, inviata a mezzo raccomandata A.R. (in tal caso farà fede la data del timbro postale) o trasmessa a mezzo PEC (tributi.fondi@pecaziendale.it) al Servizio Tributi – Piazza Municipio n°1 fino al 30 Aprile 2019. Dopo la chiusura del bando non potranno essere presentate nuove domande di agevolazione.

Non sono ammissibili le richieste relative alla TARI degli anni precedenti.

Le riduzioni saranno accordate fino alla concorrenza del finanziamento previsto a bilancio, in misura percentuale in relazione al numero di domande presentate.

Updated: 1 Aprile 2019 — 16:01