FONDI. Abbandono di rifiuti, gesto inqualificabile.

Di nuovo presso lo stesso sito ubicato fuori dal centro abitato, di nuovo nelle prime ore del mattino sperando di passare inosservato: è così che alle 8.04 di ieri, Giovedì 21 Febbraio, un balordo pensava di farla franca gettando ben tre grandi sacchi in plastica nera strapieni di rifiuti sul ciglio di via del Laghetto, adiacente al Monumento Naturale Mola della Corte – Settecannelle – Capodacqua, per poi risalire sulla propria vettura e ripartire. Ma la videocamera installata da settimane a presidio della zona lo ha immortalato – così come era avvenuto il 10 Febbraio scorso con lo scriteriato che nello stesso luogo aveva abbandonato e fatto a pezzi un vecchio televisore – e le immagini visionate dagli agenti PL sono così inequivocabili che il soggetto sarà convocato nella giornata di oggi presso il Comando per l’accertamento della violazione amministrativa e il relativo sanzionamento di 152 Euro a norma di legge.

Un’altra violazione è stata accertata di persona lo scorso Venerdì 15 Febbraio da un dipendente del soggetto gestore De Vizia Transfer – Urbaser, che come ogni giorno con altri colleghi stava monitorando il territorio di Fondi per vigilare su eventuali conferimenti illeciti. In via del Pettirosso, nei pressi della duna di Tumulito, proprio davanti agli occhi del dipendente che nel frattempo fotografava la scena, due soggetti hanno scaricato da un camion scoperto un ingente quantitativo di sfalci e potature provenienti da abitazione privata. Immediata è stata la convocazione con conseguente sanzionamento di 152 Euro secondo quanto previsto dalla vigente normativa.

Oltre alla sanzione, entrambi i responsabili dovranno corrispondere anche i costi di bonifica.

«Siamo al paradosso: i bambini dimostrano di conoscere perfettamente le poche regole per il corretto conferimento dei rifiuti – commentano il Sindaco Salvatore De Meo e l’Assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli a seguito dei nuovi scempi – e lo hanno dimostrato sia negli incontri informativi sulla raccolta differenziata che con la loro gioiosa partecipazione alle “Olimpiadi della differenziata”, mentre molti adulti appartenenti ad una sacca residuale di incivili pensano ancora di farla franca conservando quelle cattive abitudini che incidono sulla percezione generale di igiene e pulizia e sulla qualità dell’ambiente urbano. Ma noi non ci fermeremo e proseguiremo nell’applicazione delle regole, grazie ai controlli quotidiani di Polizia Locale e Ispettori Ambientali e all’utilizzo delle foto trappole e dei sistemi di videosorveglianza, e senza fare sconti a nessuno continueremo a stanare questi sporcaccioni che non solo contribuiscono al degrado ma causano costi aggiuntivi per la collettività. Alla stragrande maggioranza dei cittadini che dimostra senso civico e responsabilità chiediamo di continuare a segnalare alle Forze di Polizia i conferimenti illeciti per aiutarci a snidare e punire i responsabili. Inoltre, alla luce di questi comportamenti incivili l’Amministrazione comunale proporrà a breve una modifica al Regolamento di Polizia Urbana con la quale intendiamo disciplinare questa fattispecie di illecito e sanzionarlo con importi fino a dieci volte superiori a quelli attuali. In effetti l’attuale sanzione amministrativa disciplinata dalla normativa è irrilevante rispetto agli  scempi compiuti da costoro, che devono avvertire anche il peso economico della propria inciviltà. E comunque riteniamo doveroso segnalare la loro attività illecita all’autorità giudiziaria per l’accertamento delle relative responsabilità penali».

Updated: 22 Febbraio 2019 — 17:57