Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Fondi, report del Consiglio comunale del 14 Maggio 2018.

La Seduta Pubblica Ordinaria del Consiglio comunale svoltasi nella mattinata odierna si è aperta con la relazione dell’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis sul rendiconto finanziario dell’esercizio 2017, nella quale ha sottolineato come l’Amministrazione abbia «monitorato la regolarità degli schemi contabili ai fini dell’adeguamento dei processi alla nuova procedura finanziaria. I controlli effettuati dall’organo di revisione hanno attestato la conformità delle operazioni adottate. La gestione del bilancio 2017 del Comune di Fondi, nonostante il complesso contesto normativo, ha rispettato tutti i vincoli di legge e si è conclusa con un risultato di amministrazione pari ad € 34.536.940,46 ed un risultato economico positivo di esercizio pari ad € 697.417,59. Positivi sono tutti gli altri indicatori di sana gestione, inoltre non è stata attivata l’anticipazione di tesoreria, importante indicatore che ormai da diversi anni contraddistingue positivamente la situazione finanziaria del nostro Ente». Successivamente l’Assessore ha enumerato per sintesi le numerose attività svolte dall’Ente nei vari settori, rese possibili «grazie all’impegno sia di una macchina amministrativa che, pur sottodimensionata nell’organico, non si è assolutamente tirata indietro di fronte alle svariate difficoltà, che  di una squadra di governo affiatata e motivata. Il risultato di amministrazione è certamente positivo e conferma la gestione trasparente della cosa pubblica e l’impegno a garantire ai cittadini i servizi essenziali gestendo in maniera oculata le risorse e operando al tempo stesso un contenimento della spesa».

L’Assessore De Bonis ha poi ringraziato per la collaborazione il Dirigente del Settore finanziario Tommasina Biondino, il personale tutto, il Sindaco, gli Assessori, il Presidente Vincenzo Carnevale e tutti i componenti della Commissione consiliare Bilancio nonché il Collegio dei Revisori dei conti.

«Nulla quaestio sulla correttezza del rendiconto – ha affermato il capogruppo PD Mario Fiorillo preannunciando voto contrario – ma la valutazione politica è negativa, poiché la gestione amministrativa non dà tutte le risposte che la città si attende, né opportunità ai giovani in tema di occupazione».

Luigi Parisella ha confermato il voto contrario, ponendo in risalto a suo dire il lavoro efficace di alcuni assessori a fronte di quello di altri, «e ciò è evidente anche ai nostri concittadini», sottolineando infine alcuni ritardi operativi della gestione amministrativa, tra cui la realizzazione degli accessi al mare.

Invece, secondo il capogruppo di Forza Italia Vincenzo Carnevale «le attività che l’Assessore De Bonis ha evidenziato dimostrano l’attenzione in tutti i settori e in modo particolare nei Servizi sociali di questa Amministrazione, che ha cercato nonostante le ristrettezze economiche di portare avanti una serie di progetti, condivisi e partecipati da una larghissima maggioranza di cittadini».

Il Sindaco Salvatore De Meo è intervenuto per sottolineare il lavoro compiuto dall’Assessorato al Bilancio sul rendiconto finanziario, esprimendo in seguito alcune considerazioni: «In merito al giudizio politico è evidente che si differenzia tra chi individua in questa rendicontazione un limite dell’Amministrazione e invece tra chi amministra e deve fare i conti tutti i giorni con una serie di difficoltà, che non sono soltanto di natura finanziaria. Rilevo nell’analisi delle cose fatte spunti di riflessione interessanti, e al tempo stesso in merito ad alcuni temi su cui i cittadini ci chiedono risposte voglio sottolineare come i nostri margini di azione diretta siano fortemente limitati. Nell’ambito delle attività produttive abbiamo posto in essere azioni che hanno iniziato a dare i loro frutti, contribuendo al rafforzamento di una cultura d’impresa sempre più necessaria per affrontare le sfide del futuro, e che nel medio e lungo termine daranno risposte positive. L’obiettivo amministrativo che ci poniamo è di proseguire nella nostra capacità propositiva, spesso riconosciutaci dalla Regione con finanziamenti a supporto dei nostri progetti».

In tema di azioni tese a favorire l’economia e l’occupazione Maria Civita Paparello ha riproposto l’idea di attivare un fondo di garanzia bancario di 100 mila Euro a sostegno delle piccole imprese. A tal riguardo il Sindaco ha ricordato che l’idea del microcredito venne già presa in considerazione, ma anche a seguito di appositi incontri con Istituti di credito si ebbe contezza che tale intervento «non avrebbe risolto le criticità cui si fa riferimento. Non è comunque da escludere che in futuro si possano individuare delle formule a supporto della piccola imprenditoria a seguito dell’accertamento della condizione di solvibilità dei singoli soggetti».

Il punto è stato approvato con 18 voti favorevoli e 4 contrari.

Il Presidente della Commissione Lavori Pubblici Antonio Ciccarelli ha successivamente relazionato sull’aggiornamento del Programma Triennale delle Opere Pubbliche, sia per il triennio 2018/2020 che per l’annualità 2018, illustrando la necessità di modifiche su quattro punti, da rinviare al 2019 per mancanza di sopraggiunti finanziamenti da parte di Enti sovracomunali.

Sono seguiti gli interventi dei Consiglieri di minoranza. In merito alle opere pubbliche, Luigi Parisella ha invitato l’Amministrazione comunale a prevedere lavori nel centro storico cittadino, anche rimodulandone alcuni spazi, affinché esso «possa ritornare a vivere». Maria Civita Paparello ha chiesto di inserire nel Triennale delle Opere Pubbliche spazi dedicati ai giovani e agli anziani, siano essi ricreativi o sportivi, anche per disincentivare la diffusione del gioco d’azzardo. Mario Fiorillo ha espresso la contrarietà del gruppo PD sul Triennale delle Opere Pubbliche, preannunciando voto contrario e sottolineando come alcune opere di urgente priorità risultino ancora in fase di studio di fattibilità.

Nelle sue conclusioni, il Sindaco ha evidenziato come riguardo al centro storico molti sono gli interventi inseriti nel Programma, i quali diventeranno operativi in caso di reale copertura finanziaria, ricordando inoltre l’intervento di riqualificazione che ha interessato un primo tratto di corso Appio Claudio per un importo di € 325.000. In merito a spazi da adibire allo svago per anziani e giovani, ha ricordato come l’Amministrazione ha tentato più volte di acquisire a pagamento aree dismesse ma non vi è stata alcuna disponibilità, osservando che nella previsione di ampliamento e riorganizzazione del Palazzetto dello Sport è previsto uno spazio molto ampio dove giovani e anziani si potrebbero ritrovare.

Il punto è stato approvato con 18 voti favorevoli e 4 contrari.

L’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis ha poi relazionato sul successivo punto, relativo a variazioni di competenza e di cassa al bilancio di previsione finanziario 2018/2020, derivanti da nuovi finanziamenti erogati ed assegnati, maggiori entrate realizzate e maggiori spese preventivate in relazione all’andamento della gestione e attuazione degli obiettivi indicati nel D.U.P. – Documento Unico di Programmazione. La deliberà da atto del permanere degli equilibri di bilancio nonché del rispetto del patto di stabilità interno.

Il punto è stato approvato con 17 voti favorevoli e 4 contrari.

Il Presidente della Commissione Scuola Paolo Rotunno ha in seguito illustrato il punto sull’Atto d’indirizzo dell’esternalizzazione del servizio di trasporto scolastico, in merito al quale Luigi Parisella ha annunciato il proprio voto contrario in quanto non favorevole al principio di esternalizzazione del servizio. Tesi condivisa da Mario Fiorillo, che si è detto contrario ideologicamente a tale principio, nonché perplesso sui costi da sostenere, annunciando la propria astensione. Al contrario, secondo Vincenzo Mattei «va dato merito all’Amministrazione di aver ben tenuto presente le molteplici esigenze delle famiglie e con l’erogazione del servizio di trasporto scolastico ha assicurato una maggiore vicinanza alle stesse, pur nella consapevolezza di affrontare costi più elevati, ma in tal senso ha operato una scelta politica che può anche non essere condivisa».

Il Sindaco ha sottolineato che l’esternalizzazione del servizio non si traduce in un depauperamento dell’offerta: «Si tratta solo, da parte del soggetto terzo, della fase esecutiva del servizio, di cui si è accertata la validità in tutta Italia. Oggi stiamo scegliendo un criterio oggettivo, che è quello chilometrico, e se in futuro si riuscirà a razionalizzare ancora meglio il servizio, ad esempio ipotizzando i punti di prelievo degli alunni, ciò comporterà una minore spesa».

Il punto è stato approvato con 17 voti favorevoli, il voto contrario di Luigi Parisella e l’astensione di Fiorillo e Paparello.

Il Sindaco ha poi illustrato il punto riguardante l’Atto d’indirizzo per l’esternalizzazione del servizio di mantenimento, ricovero e custodia dei cani randagi: «Abbiamo preso atto di una procedura di gara andata deserta. Il Consiglio comunale si era espresso per la scelta gestionale dell’esternalizzazione e aveva individuato uno schema economico concepito per arrivare gradualmente ad un contenimento dei rilevanti costi che l’Ente sopporta. Si era dato un indirizzo economico addirittura più basso della spesa storica. La gara, come detto, non ha visto partecipanti e sicuramente ha inciso il fatto che l’importo economico messo a disposizione non risultava coerente con una disposizione ANAC che stimava un costo giornaliero superiore. Con questo nuovo Atto diamo indirizzo di procedere a nuova gara, per un importo che è comunque inferiore a quello previsto dall’ANAC. In esso abbiamo previsto anche l’introduzione di scaglioni che prevedono una riduzione degli importi per gli anni successivi in caso di diminuzione della popolazione canina».

A seguito di dibattito in aula l’Atto di indirizzo è stato approvato con 16 voti favorevoli, il voto contrario di Luigi Parisella e l’astensione di Fiorillo, Paparello e Sepe.

Successivamente Vincenzo Carnevale ha relazionato sul Regolamento comunale per l’attuazione del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.

Il punto è stato approvato con il voto contrario di Luigi Parisella.

Il Consiglio comunale si è concluso con due interrogazioni al Sindaco. Con la prima Antonio Ciccarelli ha esposto la preoccupazione degli operatori del MOF e degli addetti dell’intero indotto del mercato ortofrutticolo in merito alla procedura esecutiva immobiliare prevista per il 24 Maggio p.v. Il Sindaco ha confermato che la preoccupazione è ormai diffusa, assumendo l’impegno a sollecitare formalmente la IMOF affinché intervenga immediatamente e in maniera concreta per tacitare ogni preoccupazione affinché si eviti il verificarsi di uno scenario critico e pertanto di indebolire ulteriormente il tessuto economico del sistema MOF.

Rispondendo alla successiva interrogazione, formulata da Luigi Parisella per avere notizie in merito ai lavori in zona Querce, De Meo ha reso noto che tali lavori sono stati aggiudicati alla fine dello scorso anno e presi in carico alcune settimane fa.

Updated: 14 Mag 2018 — 16:41
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme