Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Gaeta:A bordo della Signora del Vento

Da qualche settimana ha preso il via la collaborazione tra l’I.I.S.S. “G. Caboto” e l’associazione I Tesori dell’Arte finalizzata ad un nuovo progetto: “A bordo della Signora del Vento”, la nave scuola dell’istituto Nautico di Gaeta. Grazie a questa iniziativa, il secondo veliero italiano sarà visitabile il sabato dalle ore 15 alle 17 e la domenica dalle ore 10 alle ore 12, fino alla metà di gennaio 2018 (salvo condizioni meteo marine avverse).

La Signora del Vento, veliero a tre alberi lungo 83 metri, con sistema di propulsione a vela e a motore e una superficie velica di oltre 1900 metri quadrati, nasce nel 1962 ed opera per circa 20 anni nei mari del nord europa come nave mercantile. A partire dagli anni ’90 il veliero viene impiegato per la prima volta come nave scuola nei mari di tutto il mondo. Nel 2006 la nave viene ristrutturata dalla Società Italiana di Navigazione per adeguarla agli standard di sicurezza necessari all’ottenimento della bandiera italiana e all’iscrizione nei Registri Italiani.

Nel dicembre del 2016 il veliero è stato donato dalla Società M.AR.TE., del gruppo delle Acque minerali Uliveto – Brio blu – Rocchetta, all’I.I.S.S. “Giovanni Caboto” di Gaeta che, con finanziamenti ottenuti dal MIUR nell’ambito dei “Laboratori territoriali per l’occupabilità”, lo ha rivisitato e adattato per essere impiegato per attività di alternanza scuola-lavoro, di addestramento e per eventi vari.

L’iniziativa “A bordo della Signora del Vento” si configura come un “viaggio” alla scoperta della nave scuola ormeggiata alla banchina Caboto: i visitatori saranno accolti dal Comandante e dagli Ufficiali del veliero che illustreranno le particolarità della nave e l’esperienza di formazione che si sta sviluppando.

Lungo il percorso i fruitori dell’iniziativa parteciperanno ad alcune narrazioni teatrali curate da I Tesori dell’Arte con la collaborazione della Novart Produzioni. Il primo personaggio che si incontra è un beffardo capitano che vive “su questa nave da anni” e che è sempre a caccia di “quella canaglia di Billy … l’essere mostruoso che dorme acquattato sul fondo da millenni e la scienza preferisce ignorarne l’esistenza”. Una narrazione che catturerà i più piccoli rendendo ancora più avvincente l’esperienza della visita a bordo.

A poppa della Signora del Vento ci si imbatte in un marinaio che racconta le sue avventure, la sua folle storia d’amore impossibile, vissuta clandestinamente proprio sul veliero: “Il mare stava per dividerci ma poi ci ha riuniti. E noi lo solcheremo insieme per sempre”.

Chi parteciperà all’iniziativa verrà coinvolto in un percorso a bordo di Signora del Vento della durata di circa 30 minuti. Al veliero si accede per piccoli gruppi, si guadagna la prua, si visita il ponte di comando, si raggiunge la poppa e si conclude sotto coperta.

La gestione della nave, coordinata da una Azienda Speciale, mira prevalentemente all’attività di addestramento in mare per gli studenti degli Istituti Nautici d’Italia. A bordo si svolgono tutte le attività tipiche di un marittimo.

Per partecipare all’evento “A bordo della Signora del Vento” è richiesto un contributo di partecipazione finalizzato alla raccolta fondi per il progetto “Nave Scuola”. Per informazioni telefonare al 389.8256341 oppure scrivere a prenotazioni@tesoriarte.it #signoradelvento #tesoriarte

Updated: 28 novembre 2017 — 21:01
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme