Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

L’HC FONDI BATTE IL GAETA NEL DERBY.

È stata una bella partita quella cui hanno potuto assistere gli spettatori accorsi al Palazzetto dello Sport di Fondi e quelli che l’hanno guardata su Pallamano TV (la Web Tv della Federazione Italiana Giuoco Handball): HC Banca Popolare di Fondi e SC Lupo Rocco Gaeta si sono affrontate a viso aperto nella seconda giornata del girone C del Campionato di Serie A1 dando vita al più classico dei derby, che ha offerto grande agonismo e una discreta pallamano. Al termine dei 60’ di gioco l’hanno spuntata i padroni di casa, che sono stati avanti nel punteggio per l’intero match.

I fondani, probabilmente condizionati dalla particolarità del match (per molti il derby era la prima davanti al loro pubblico, per di più alla presenza delle telecamere), scendevano in campo molto tesi e contratti. Ciononostante al 10°, grazie al primo break firmato Dall’Aglio-Mathà, il risultato era di 5-2 per i padroni di casa. I gaetani non mollavano e, trascinati dal centrale Amato, accorciavano più volte le distanze in risposta agli allunghi dei rossoblù (6-5 al 13°, 7-6 al 15° e 8-7 al 19°). A quel punto gli uomini di Giacinto De Santis iniziavano a stringere le maglie in difesa e ad attaccare in modo più prolifico, piazzando un parziale di 8-3: la rete di un trascinante capitan D’Ettorre fissava il punteggio sul 16-10 al suono della sirena.

Il tentativo degli ospiti di rientrare in partita all’inizio della ripresa si spegnava già dopo 5’: i padroni di casa, tra il 6° ed il 10°, rifilavano ai giocatori del Golfo un pesante parziale di 5-0, che li portava sul +9 e di fatto tagliava le gambe a Ponticella e compagni. Per tutto il resto del match, i fondani riuscivano a gestire senza troppe difficoltà il risultato fino al 33-26 finale, messo a segno dal grande ex Milos Filic.

Nonostante la vittoria, il tecnico fondano Giacinto De Santis non è apparso molto soddisfatto dalla prestazione dei suoi: “Non abbiamo disputato una gran partita. Non sono soddisfatto per come abbiamo interpretato parte della gara. Abbiamo preparato la partita in un certo modo ma solo a tratti siamo venuti fuori come avremmo dovuto. Dopo un avvio contratto abbiamo difeso bene per 15 minuti, trovato il break e chiuso virtualmente la partita. Abbiamo iniziato bene nel secondo tempo ma poi ci siamo concessi troppe pause. L’eccessivo nervosismo ci ha portato a commettere troppi errori nonostante il vantaggio, a incappare in tanti errori tecnici e tattici”. Non mancano però i motivi di soddisfazione: “Sono però contento del carattere della squadra e soprattutto del gruppo che ispira tutti a fare di più e meglio. Siamo una squadra giovane e nuova, quindi ancora in fase di rodaggio; dobbiamo crescere partita dopo partita e migliorare ancora, anche perché sabato avremo una partita molto importante a Siracusa. Ora lavoreremo con tranquillità in settimana. L’Albatro, insieme a Fasano e Conversano, è un team costruito per vincere il titolo per cui non può permettersi di perdere punti in casa, anche se già alla prima contro il Valentino Ferrara ha rischiato grosso e sarà preparato e attento a non ripetere gli stessi errori”.

 

 

HC Banca Popolare di Fondi – Lupo Rocco Gaeta 33-26 (P.T. 16-10)

HC Banca Popolare di Fondi: Scavone, Filic 7, Parisella, Matha 2, Dall’Aglio 3, D’Ettorre 8, Mangiocca, Rigante 4, Conte 3, Marrocco, Pestillo, Zollo, Zizzo 6, Rotunno. All. Giacinto De Santis

Lupo Rocco Gaeta: Amendolagine, Medina, De Simone 2, Lombardi 7, Ponticella 2, Amato 6, D. Ciccolella, Lodato, Florio 1, A. Ciccolella, Gallo 4, Macera, Antonio 4, Antetomaso. All. Salvatore Onelli

Arbitri: Pietraforte-Romana.

Updated: 25 settembre 2017 — 18:21
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme