Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Fondi. Report Consiglio comunale del 26 Luglio.

 

La Seduta Pubblica Straordinaria del Consiglio comunale, svoltasi nella mattinata odierna, si è aperta con l’approvazione dei verbali della seduta precedente, cui ha fatto seguito la relazione dell’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis sulla variazione d’urgenza al Bilancio di Previsione Finanziario 2017/2019 con ratifica della deliberazione di Giunta comunale n. 233 del 20 Giugno u.s., variazione resasi necessaria a seguito della rendicontazione dei contributi avuti nel corso degli anni precedenti da parte della Provincia di Latina e finalizzati al potenziamento della raccolta differenziata. In sostanza, il Comune è stato invitato a restituire le somme non utilizzate, pena la revoca di ulteriori finanziamenti.

I Consiglieri del PD Mario Fiorillo e Maria Civita Paparello hanno annunciato voto contrario in quanto, partendo dal rilievo dei Revisori dei Conti, non risulterebbe esistente il motivo dell’urgenza per cui la variazione è stata assunta dalla Giunta, e ritenendo che in un momento di ristrettezze economiche sia stata persa un’opportunità di utilizzo di risorse sovracomunali.

Il Sindaco Salvatore De Meo ha precisato di aver puntualizzato ai Revisori i motivi dell’urgenza, determinati dalla sollecitazione avuta dalla Provincia di restituire le somme inutilizzate per poter avere accesso ad un nuovo contributo destinato al potenziamento della raccolta differenziata. Il motivo del mancato utilizzo risiede nella scelta di non aver voluto spendere inutilmente somme per l’acquisto di attrezzature per il servizio di raccolta in corso di aggiudicazione, per le quali all’indomani dell’aggiudicazione lo stesso soggetto aggiudicatario si è fatto carico dei relativi costi. A riguardo il Comune aveva chiesto una rimodulazione, proprio per utilizzare le somme nell’ottica di integrare ulteriormente le azioni già avviate.

Il punto è stato approvato con 17 voti favorevoli e 3 contrari

L’Assessore De Bonis ha relazionato congiuntamente sulla Variazione al Bilancio di Previsione Finanziario 2017/2019 e sull’Assestamento Generale di Bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2017: «L’assestamento che ci accingiamo ad approvare non è finalizzato ad una manovra finanziaria correttiva, ma si è reso necessario al solo fine di procedere ad alcune rilevanti variazioni di bilancio derivanti da maggiori entrate introitate dall’Ente successivamente all’approvazione del bilancio di previsione 2017/2019. Infatti il nostro Comune è giunto a tale appuntamento con estrema tranquillità, nonostante le restrittive normative nazionali che da anni stanno mettendo gli Enti locali in grande difficoltà. Nelle mie precedenti relazioni ho costantemente evidenziato i pesanti e continuativi tagli dei trasferimenti statali e la rigidità dei parametri per il rispetto del patto di stabilità. Viene da sé che amministrare con tali riduzioni, con previsioni di entrata sempre più basse in relazione a redditi inferiori, nonché agire in un contesto normativo sempre molto incerto, non è per nulla facile. Nonostante ciò, questa Amministrazione è alla continua ricerca di soluzioni che possano portare ad un miglioramento nell’ottica di tutela del bene comune e conseguentemente degli interessi dei cittadini. Pertanto possiamo affermare che alla luce delle analisi sull’andamento della gestione di competenza, della gestione dei residui e della gestione di cassa nonché della variazione di assestamento generale di bilancio, permane una generale situazione di equilibrio dell’esercizio in corso tale da garantirne il pareggio economico-finanziario».

L’Assessore ha in seguito proceduto ad un’analisi dei principali risultati raggiunti e in corso di realizzazione in riferimento al primo semestre dell’anno in corso. Tra le numerose azioni, si evidenziano quelle nell’ambito dei servizi sociali, con il sostegno delle famiglie in difficoltà socio-economica e l’attivazione di tirocini formativi e borse lavoro per soggetti svantaggiati; le attività tese ad incentivare la fruizione culturale e il turismo, finalizzate anche al consolidamento dell’immagine del territorio e al rilancio delle attività produttive; i lavori, in via di ultimazione, per la riqualificazione degli accessi al mare di via Ponte Baratta e via Guado Bastianelli; l’ampliamento dei loculi cimiteriali; il bando di gara per la ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza ed efficientamento energetico della palestra dell’IIC “Aspri”; i lavori in via di attivazione per la realizzazione di un locale polifunzionale a servizio della scuola di San Magno-Rene e quelli per l’adeguamento e messa in sicurezza della Don Milani e di Salto Covino; l’aggiudicazione della gara per la riqualificazione urbana e la sistemazione dei marciapiedi di Via Arnale Rosso e la convenzione con Telecom Italia per i lavori necessari alla realizzazione delle infrastrutture della banda larga; l’adozione della prima variante speciale a seguito della perimetrazione dei nuclei abusivi; l’aggiornamento dei catasto incendi e degli impianti di telefonia mobile; il rilascio di licenze taxi ed NCC; la conclusione dei procedimenti amministrativi relativi al PUA con l’assegnazione e il rilascio delle relative concessioni balneari; l’ottenimento del finanziamento al programma “Fondi Più” nell’ambito delle Reti d’Impresa; l’implementazione dei controllo del territorio da parte della Polizia Locale.

«Come si evince dal parere del Collegio dei Revisori dei Conti – ha concluso l’Assessore De Bonis – alla luce della variazione di assestamento generale di bilancio si può constatare il permanere degli equilibri di bilancio sia per quanto riguarda la gestione di competenza che per quanto riguarda la gestione dei residui e di cassa, tali da assicurare il pareggio economico-finanziario per la copertura delle spese correnti e per il finanziamento degli investimenti e l’adeguatezza dell’accantonamento al Fondo crediti di dubbia esigibilità nel risultato di amministrazione. Pertanto non si rendono necessari provvedimenti di salvaguardia degli equilibri di bilancio». L’Assessore ha infine ringraziato sentitamente per il lavoro svolto il Dirigente e il personale del Settore finanziario, il Sindaco, gli Assessori, il Presidente e i componenti della Commissione Consiliare Bilancio, i Dirigenti e tutti i Consiglieri.

A Mario Fiorillo, che ha definito asfittico il bilancio, ritenuto inadeguato a dare impulso alla vita economica della città, ha replicato Vincenzo Carnevale, secondo il quale la relazione dell’Assessore ha riassunto tutte le azioni amministrative che sono state rese possibili dalle risorse a disposizione.

Nel suo intervento il Sindaco ha tenuto ad evidenziare come alcune attività di programmazione in essere avranno effetto a medio e a lungo termine, come quelle in ambito urbanistico, e ha anch’egli sottolineato la costante attenzione al sociale da parte dell’Amministrazione comunale. Inoltre, in ambito economico ha fatto riferimento agli stimoli per rilanciare le attività economiche, come le concessioni demaniali marittime e il programma “Fondi Più”, condiviso con l’Ascom e con numerose imprese del centro urbano, che è risultato assegnatario di un finanziamento regionale per la valorizzazione del tessuto produttivo e commerciale del centro storico ed urbano: «Molte attività svolte potrebbero risultare scontate, ma non lo sono, e basta guardarsi attorno, ovvero a quei Comuni che non riescono a garantire i servizi minimi. In un periodo in cui gli Enti locali attraversano sempre maggiori difficoltà non è da tutti raggiungere gli equilibri di bilancio, coniugando i tecnicismi con le necessarie azioni programmatorie».

I punti sono stati approvati con 18 voti favorevoli e 3 contrari

Il Consigliere Fiorillo ha presentato un’interpellanza con la quale ha chiesto al Sindaco se ritiene di assumere posizioni critiche nei confronti di Acqualatina a seguito dei gravi disservizi registrati negli ultimi mesi, e considerato che alcuni interventi di sistemazione della rete idrica si sarebbero dovuti attuare già negli anni precedenti. Ha chiesto inoltre a De Meo se condivide la posizione già espressa da altri Sindaci di chiedere un cambio di governance del soggetto gestore.

Il Sindaco ha dato riscontro all’interpellanza cogliendo l’occasione per aggiornare il Consiglio comunale in merito al percorso di ripubblicizzazione avviato nei mesi scorsi e che sarà oggetto di uno specifico incontro in Commissione consiliare, rilevando come sia evidente che in tale percorso sarà naturale arrivare ad una nuova governance. In merito agli interrogativi posti da Fiorillo, De Meo ha ricordato di aver sollecitato al soggetto gestore, in sede di Conferenza ATO, ad una maggiore e puntuale azione finalizzata al superamento dell’emergenza in corso, che sicuramente vede le sue cause anche in una rete non ottimale, «ma non si può non rilevare, così come si sta registrando in molte aree della nazione, il repentino calo dei livelli acquiferi». Inoltre il Sindaco ha precisato che il piano di emergenza presentato dal soggetto gestore e approvato dalla Conferenza ATO prevede in questo anno un importo di 1,2 milioni di Euro per far fronte alla dispersione idrica e al potenziamento dell’approvvigionamento: «Il soggetto gestore effettua investimenti su indicazioni dell’ATO e non si può negare che molti sono stati gli interventi ai fini della depurazione e altrettanto si è fatto per affrontare il fenomeno dell’arsenico nella rete sud della provincia. Intervento, questo, che negli anni scorsi ha costretto a posticipare le azioni finalizzate all’ottimizzazione della rete».

Updated: 26 luglio 2017 — 19:20
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme