Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Tutto da rifare per il Fondi Calcio , il presidente Pezone molla tutto e se ne va ad Aprilia.

Direttamente dal sito Bzona.it il presidente Antonio Pezone si lamenta del trattamento avuto dalla Citta di Fondi e dalla tifoseria .Anticipa i tempi l’ex patron del Racing Fondi visto domani c’era la scadenza per l’iscrizione al campionato di serie D ed avremmo potuto capire cosa sarebbe successo tra Fondi e Latina.Come si suol dire non potendo probabilmente  completare il suo progetto di portare la squadra in una piazza vicino il suo centro sportivo di Ardea molla tutto riconsegnando il titolo al comune di Fondi e alla vecchia proprietà. Ecco le dichiarazioni rilasciate.

A Fondi ho fatto il pieno di insulti. Non hanno accettato da subito la mia persona. Sono amareggiato per questo, non mi conoscono, non sanno come lavoro. Mi alzo tutte le mattine alle 6.30 per riuscire a dare lo stipendio ai miei 1700 dipendenti, non concepisco come i tifosi possano insultarmi. Si andassero a documentare e poi forse potranno confrontarsi con me. Ho anche invitato il sig. Ranucci e il Sindaco a riprendersi le quote. Il 30 giugno ho saldato 48mila euro, per non iniziare il campionato con una penalizzazione. Sono a disposizione per restituire la squadra a chi la vuole. Mi devono solo quanto da me già anticipato per iscrizione e fidejussione e poi facessero quello che vogliono”.

A far discutere sono state soprattutto la possibilità che il Racing Fondi giochi in un altro stadio e che il settore giovanile venga spostato ad Ardea: “Pretendono il settore giovanile a Fondi dove non c’è neanche il convitto per i ragazzi. Ad Ardea ho un centro sportivo che fa invidia alla Serie A. Non giocherò né a Fondi né a Latina. Sto cercando di giocare ad Aprilia così saranno tutti contenti. Il nome? A me non interessa, i giocatori vengono da me perché mi chiamo Racing, Racing è il simbolo della serietà, queste sono le mie soddisfazioni”.

Vedremo nei prossimi giorni cosa succederà.

Updated: 11 luglio 2017 — 19:43
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme