Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

La Cis Hydra Latina risorge con la Fenice e rimane prima !!!!

CAMPIONATO NAZIONALE – SERIE B – GIRONE G

20a GARA DI CAMPIONATO – PARTITA DEL 18/03/2017

CDP FENICE ROMA PALL. – CIS RETI TLC HYDRA VOLLEY LATINA = 1 – 3

(25-22; 22-25; 22-25; 21-25)

FENICE: Piccione, Petri 6, Pietrobono, Cecchinelli A. 1, Antonucci 13,

Osak 11, Cecchinelli S. 2, Mineo, Guidi 9, Renzetti 22, Balducci (L). 1°

all. Giordani, 2° all. Miccheli.

HYDRA VOLLEY: Testagrossa 9, De Luca 22, Bacca 8, Rossi 4, Di Coste 1, De

Fabritiis 12, Porcello 4, Sorgente (L). n.e. Ranieri Tenti, Catania. 1°

all. Gatto, 2° all. Pozzati.

Arbitri: Dell’Orso, Tucci.

Fenice: Bv 3, Bs 15, M 11

Hydra: Bv 7, Bs 16,  M 7

Durata set: ’29, ’29, ’30, ’31.

La Cis Hydra Volley Latina torna dalla trasferta romana contro la Cdp

Fenice conquistando una vittoria tanto bella quanto più che altro

significativa, infatti la squadra ha trascorso una settimana molto

travagliata e turbolenta, a seguito delle continue voci non proprio

positive e rassicuranti sulla situazione societaria che ne ha minato la

serenità dell’intero gruppo. Ma nelle ultime ore sono stati fatti dei

“cambiamenti decisamente importanti” all’interno della società, che ha

portato in parte più serenità e tranquillità nell’ambiente, cosa che ha

permesso ai ragazzi, come detto, di portare a casa la vittoria forse più

bella e importante tra le tante ottenute.

Di tutto ciò comunque va dato merito, qualora ce ne fosse ancora bisogno

rimarcarlo, a tutti i ragazzi, che hanno dato un’ulteriore prova di

professionalità, serietà, attaccamento alla maglia, grande personalità e

uomini di spessore, dote che ormai in pochi conoscono e hanno.

Veniamo alla cronaca. La formazione pontina si presenta allo start priva

del convalescente Ranieri Tenti e del suo palleggiatore Quartarone,

sostituito in cabina di regia dal giovanissimo Rossi.

In avvio batti e ribatti con il cambio palla rispettato e si arriva al

primo time out tecnico con Hydra avanti 8-7, gli scambi successivi sono

animati da grandi giocate sempre comunque viaggiando a braccetto, con la

Cis Hydra sempre avanti 16-15 anche alla sosta successiva. Ma nonostante

il vantaggio esiguo, i ragazzi di Gatto sembrano un po’ contratti e con il

freno tirato, non ancora sciolti in pino nei loro movimenti e la Fenice ne

approfitta, quando sul 20-20 opera il break decisivo per andare sopra e

non farsi più riprendere, chiudendo il primo set a suo favore 25-22.

Nel set successivo entra in campo una Cis Hydra trasformata, più libera

mentalmente, più agguerrita e con la voglia di dimostrare chi è la

capolista. Da subito impone il proprio gioco e subito dopo la sosta

tecnica, con la Fenice avanti 8-7, ingrana la quarta e va via, con un

Rossi padrone del suo ruolo, capace di mettere tutti i suoi attaccanti

nelle migliori condizioni per poter buttare palla a terra. Alla seconda

sosta arriva con tre lunghezze di vantaggio, margine che capitalizzerà

fino alla fine del set, senza cedere nulla, respingendo ogni attacco della

Fenice e pareggiando i conti, vincendo 25-22.

Stesso copione nel parziale successivo, sempre grande equilibrio nel

punteggio, con botta e risposta da una parte e dall’altra, i due opposti

De Luca e Renzetti continuano a portare punti per i loro colori, 8-6 Hydra

alla prima pausa e 16-15 Fenice alla successiva. Ma da qui in poi la Cis

Hydra mette il turbo, fa un parziale di 6 a 2 che tramortisce i romani che

non riescono più a reagire e cedono ancora il set alla capolista che

chiude sul 25-22.

Nel quarto set, inutile a dirlo, il cammino è sempre lo stesso, nessuna

delle due sembra cedere, la Fenice rimane aggrappata alla squadra prima in

classifica in ogni modo, tirando fuori gli artigli e mostrando voglia di

fare bene, di contro la Cis Hydra vuole in ogni modo imporsi e dimostrare

che non si è primi da 20 giornate per caso. 8-6 Fenice al time out tecnico

con Antonucci in evidenza, ma dall’altra parte il solito De Luca

coadiuvato da Bacca e De Fabritiis, rispondono ad ogni colpo e portano la

formazione pontina in vantaggio 16-15. Al rientro nuovo allungo Hydra con

Testagrossa, padrone della rete, che inchioda due muri consecutivi

lanciando i suoi sul 22-19 che in pochi attimi vanno poi a chiudere sul

25-21.

Una partita ed una vittoria a cui è legato un significato importantissimo

per tutto l’ambiente, un plauso enorme a tutti i ragazzi e lo staff

tecnico, che regala morale in vista delle prossime giornate da affrontare

sempre al massimo della concentrazione, ma con un gruppo di ragazzi così

straordinario, nulla è impossibile !!!!

Silvio Bagnara

Ufficio Stampa

Hydra Volley Latina

Updated: 20 marzo 2017 — 17:07
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme