Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Cis Hydra Latina sprecona e il big match sorride alla Roma Volley.

CAMPIONATO NAZIONALE – SERIE B – GIRONE G

4a GARA DI RITORNO – PARTITA DEL 19/02/2017

STATION SERVICE ROMA – CIS RETI TLC HYDRA VOLLEY LATINA = 3-1

(25-21; 22-25; 25-23; 25-22)

ROMA VOLLEY: Acconci, Pietrangeli, Bacci 2, Rossi 19, Baccaglia 6, Tozzi

23, Rizzi 1, Mambelli 6, Cirillo, Pregnolato 5, Titta (L2). n.e. Marino

(L1).1° all. Budani, 2° all. Saltimbanco.

HYDRA VOLLEY: Quartarone 3, Testagrossa 11, De Luca 21, Bacca 13, De

Fabritiis 8, Porcello 3, Rossi 1, Di Coste 5, Sorgente (L). n.e. Catania.

1° all. Gatto, 2° all. Pozzati.

Arbitri: Russo, Proietti.

Roma V.: Bv 3, Bs 11, M 7

Hydra: Bv 4, Bs 12,  M 10

Durata set: ’27, ’33, ’31, ‘28

Battuta d’arresto per la Cis Hyra Volley Latina, la seconda in questo

campionato, sconfitta subita nel big-match della giornata a Roma, contro

la Station Service, ma la squadra di Latina deve fare un enorme “mea

culpa” per aver gettato al vento un’occasione ghiottissima per poter

allungare in classifica. Difatti nei momenti topici del terzo e quarto

parziale, quando il match volgeva a suo favore, ha commesso degli errori

in fase di contrattacco, cosa che ha permesso poi alla squadra di casa di

approfittarne e condurre in porto la partita, riaprendo di fatto i giochi

nel girone con questa vittoria.

Meglio Roma in avvio che piazza un buon parziale e si ritrova in poco

tempo sul punteggio di  8-3 con Mambelli in evidenza, ma la sosta non

porta al momento giovamenti per la formazione pontina che continua a

subire il servizio di Rossi che trascina i suoi fino all’11-3. Gatto prova

a correre ai ripari cambiando la diagonale, qualcosina si muove ma è

sempre Roma che arriva alla sosta successiva sopra, 16-9. La Cis Hydra non

riesce ancora a carburare, i ragazzi sembrano molto contratti e sentono

più degli avversari il match, non concretizzando al meglio le loro

giocate, ma subendo invece il gioco della Station Service che trasforma in

punto ogni palla toccata e si avvia con merito verso la conquista del set,

21-13 prima e poi andando a chiudere sul 25-21 con attacco di Rossi e dopo

una buona rimonta della Cis Hydra.

Secondo set totalmente diverso in avvio per la squadra di coach Gatto che

con De Luca e Testagrossa va in breve tempo sul 6-2, ma subito ripresa sul

6 pari dopo un errore della coppia arbitrale che non vede un tocco a muro

romano su attacco di De Luca, ma poco dopo un muro di Testagrossa su Tozzi

porta la Cis Hydra a girare per prima alla sosta tecnica, 8-7. Le squadre

al rientro in campo rispettano il cambio palla e viaggiano appaiate, la

Cis sembra decisamente più in palla rispetto al set precedente grazie ad

un bacca ispiratissimo sempre servito con precisione da capitan Quartarone

e va sul 16-14 dopo un piccolo recupero della Station. Gli arbitri

continuano a sbagliare e penalizzare in continuazione la capolista

capovolgendo l’esito dei punti e così Roma si ritrova a pareggiare i conti

sul 18-18: le emozioni ora si susseguono visto che siamo alle battute

finali del set, l’Hydra si porta sul 22-19, Roma non molla e pareggia

grazie sempre ad interpretazioni assurde della coppia arbitrale. Ma gli

uomini di Gatto non demordono e grazie agli errori consecutivi in attacco

di Tozzi e Rossi  vanno a pareggiare i conti, vincendo il set sul 25-22.

Nuovo set e nuovo copione con la squadra di casa che inizia meglio e va

sul 6-4 grazie soprattutto a Tozzi che porta a girare i suoi al primo time

out tecnico sopra di tre lunghezze, 8-5.  La Cis Hydra recupera qualcosa e

si combatte punto a punto, con le due formazioni che si fronteggiano a

viso aperto e lo spettacolo inizia a guadagnarne moltissimo, l’Hydra

accelera grazie ai due muri consecutivi di Testagrossa e va questa volta

lei a girare alla sosta successiva sul 16-14 con attacco vincente di De

Fabritiis. Al rientro è Bacca che porta i suoi sul 19-16, ma Rossi con due

attacchi consecutivi accorcia le distanze, di nuovo sopra Hydra ma

nuovamente ripresa sul 20-20 e superata poi. Pathos e suspence ora la

fanno da padrone, Roma si gioca il set point sul 24-22 chiuso poi con un

attacco di Tozzi sul 25-23.

In avvio di quarto set si registra subito il rosso dato a Tozzi e il

giallo alla panchina Hydra per il finale non proprio diplomatico del set

precedente. Tornando al match Roma parte meglio, 4-1, l’Hydra sembra prima

recuperare ma poi mollare un attimo, cosa che consente alla squadra di

casa di andare sul punteggio di 8-4. La Cis Hydra recupera un break ma non

sembra in questi frangenti dare segno di ripresa continua e lo score

arride sempre a Roma, 13-9 grazie anche e sempre alla coppia arbitrale che

continua a vedere cose fantasiose, come una palla di Bacca ampiamente

dentro ma fischiata fuori e così la Station Service va sul 16-11. Roma

dopo la sosta accusa un piccolo passaggio a vuoto e l’Hydra ne approfitta

accorciando notevolmente, 18-16, andando poi a pareggiare sul 21-21 con

muro di Bacca su Tozzi. Ma qui purtroppo gli errori in fase di

contrattacco penalizzano la formazione pontina che sbaglia due volte di

seguito e permette alla Station Service di portarsi a giocare il match

point sul 24-22 chiuso alla prima occasione con muro di Mambelli su Bacca,

fissando il punteggio sul 25-22.

Silvio Bagnara

Ufficio Stampa

Hydra Volley Latina

Updated: 22 febbraio 2017 — 18:46
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme