Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

L’HC FONDI CEDE AL GAETA NEL DERBY

Chiunque stia seguendo in questa stagione agonistica le gesta dell’HC Banca Popolare di Fondi non può non pensare, al termine di alcune partite, allo “Strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde”. Proprio la storia narrata da Stevenson nel suo famigerato romanzo ci sembra la più adatta a descrivere le trasformazioni che la squadra del presidente Vincenzo De Santis è capace di mostrare, nel bene e nel male, non solo tra una partita e un’altra ma anche all’interno dello stesso match. Era successo nell’ultimo turno al cospetto del Conversano, si è ripetuto, con aggravanti horror, nella prestazione di sabato contro i cugini dello Sporting Club Lupo Rocco Gaeta.

Che il derby rappresenti una partita a se stante, con particolari dinamiche, in cui storicamente si condensano pressioni e motivazioni peculiari, è fuori di dubbio. Quello che molti sportivi fondani non si aspettavano, dal “derby in trasferta giocato in casa”, è stato vedere nuovamente una squadra rossoblù molle e sfilacciata, incapace di imporre la propria superiorità fisica e tecnica a un avversario che è sembrato più quadrato oltre che motivato.

Sin dalle primissime battute di un derby comunque emozionante si è vista una compagine rossoblù priva di nerbo e determinazione. Già dopo pochi minuti i biancorossi del Golfo, giocando con maggior convinzione, iniziavano a punire con continuità gli errori e le disattenzioni degli avversari. La squadra fondana per tutta la prima frazione sembrava impotente di fronte al dinamismo degli avversari e ovvia conseguenza era il parziale di 10-4 intorno al 18° e il punteggio di 14-10 per i gaetani con cui si chiudevano i primi 30’. La strigliata del tecnico Giacinto De Santis nell’intervallo sembrava svegliare i ragazzi dell’HC Fondi, che iniziavano la ripresa con un piglio diverso e riuscivano a raggiungere la parità sul 16-16 in poco più di 9’. Iniziava quindi una fase equilibrata, giocata punto a punto dalle due squadre e con il Gaeta che, grazie anche alle parate dell’ex Amendolagine, riusciva spesso a mettere il naso avanti. I biancorossi erano bravi a mantenere la giusta concentrazione anche nei momenti più difficili e a sfruttare al meglio gli errori dei fondani e alcune dubbie decisioni arbitrali, conducendo fino alla fine e chiudendo sul 25-24 finale.

In casa rossoblù resta il rammarico per il nuovo passo falso, anche se i fondani restano momentaneamente al quarto posto nella classifica del girone C della massima serie. Sabato prossimo arriverà a Fondi l’Albatro Siracusa, e ci vorrà una squadra dal volto decisamente diverso per non compromettere un accesso alla Poule-Playoff che sembrava ormai sotto chiave.

Updated: 30 gennaio 2017 — 16:56
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme