Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

La Cis Hydra Latina soffre un set ma poi dilaga nel derby con Sabaudia

CAMPIONATO NAZIONALE DI PALLAVOLO – SERIE B – GIRONE G

12° GIORNATA DI ANDATA – PARTITA DEL 14/01/2017

IST. ESTETICO IT. SABAUDIA – CIS RETI TLC HYDRA VOLLEY LATINA = 1 – 3

(25-22; 22-25; 20-25; 22-25)

SABAUDIA: Rico 6, Scialò 23, Mandolini 9, Roberti 10, Fortunato 3, Tailli

6, Caputo 3, Schettino 2, D’Addezio, Rivan (L1). n.e. Ferriccioni,

D’Aiello, Mastracci (L2) . 1° all. Mosca, 2° all. Costigliola.

HYDRA VOLLEY: Quartarone 5, Testagrossa 15, De Luca 16, Di Coste 3,

Ranieri Tenti 14, Bacca 7, De Fabritiis 2, Rossi, Porcello 3, Sorgente

(L). n.e. Catania. 1° all. Gatto, 2° all. Pozzati.

Arbitri: Gurgone, Bolognesi.

Sabaudia: Bv 5, Bs 16, M 11

Hydra: Bv 2, Bs 15, M 14

Durata set: ’27, ’28, ’27, ’28.

La Cis Hydra Volley Latina supera anche lo scoglio Sabaudia, vince il

primo “derby” della sua storia, allunga ancora di più in classifica, è

campione d’Inverno e vola direttamente, passando dalla porta principale,

in Coppa Italia.

Partita giocata non ad un livello tecnico altissimo, probabilmente per il

fatto che entrambe le formazioni sentivano l’importanza della partita, ma

la squadra di Mr. Alberto Gatto dopo aver sofferto per un set, ed aver

registrato in corso d’opera alcune cosine, ha prima raddrizzato il

risultato e poi ha controllato con saggezza e molto ordine le sfuriate dei

ragazzi di coach Mosca, andando a vincere una partita con merito.

Parte meglio la squadra di casa che con due aces molto fortunosi e uno

regalato dagli arbitri, va subito sul 6-1 aiutata anche da un paio di

errori in attacco da parte della Cis Hydra che mette una palla a terra

prima che Sabaudia giri per prima al primo time out tecnico, 8-2. Al

rientro la Cis Hydra è più presente in campo e accorcia di un break, per

poi proseguire su questo trend riducendo ancora di più le distanze e

portarsi a due lunghezze di ritardo, 13-11 Sabaudia. Ma la formazione di

Latina continua purtroppo ad essere fallosa al servizio e la IEI ne

approfitta e allunga nuovamente, 16-12. La partita è già piena di emozioni

anche se il livello tecnico ancora non decolla, la Cis Hydra prova a

recuperare terreno, si porta sul 22-21 sotto quando gli arbitri ne

inventano un’altra e Sabaudia allunga di nuovo fino a procurarsi due

set-point, set chiuso poi a suo favore sul 25-22.

Nel set successivo equilibrio iniziale, 6-6, rotto successivamente dal

break della squadra di casa che gira prima alla sosta tecnica, 8-7. Il

gioco continua a mantenersi su livelli non altissimi per entrambe le

squadre, ma il break lo compie questa volta l’Hydra che va sul 12-10 prima

e poi allunga fino al 15-11, ma Sabaudia rientra e impatta sul 15-15. Da

qui in poi le squadre viaggiano appaiate fino al 19-19 e le giocate

iniziano ad essere più emozionanti e più belle, condivise anche dal

numeroso pubblico presente, Testagrossa tra muri e attacchi è determinante

e porta i suoi a giocarsi due set point chiusi poi alla prima occasione,

con il servizio out di Scialò che consegna il set alla Cis Hydra sul

25-22.

Avvio a spron battuto per la squadra di Mr. Gatto nel terzo set con un De

Luca scatenato sia a muro che in attacco, cosa che porta i suoi sul 6-3

prima e poi con un muro di Porcello su Roberti arriva sull’8-4 in breve

tempo. Dopo la sosta Sabaudia accorcia ma accusa sempre negli scambi

successivi un ritardo di due lunghezze, 14-12, ritardo che rimane

invariato fino alla seconda sosta tecnica, 16-14 Hydra. Mantenendo ognuno

i cambi palla, si arriva sul 18-16 Hydra quando gli arbitri ne combinano

un’altra,non vedendo un evidente tocco a muro di Sabaudia su attacco di

Bacca, facendo scattare in piedi la panchina ospite. Si prosegue, ma i

ragazzi di Gatto da questo episodio si caricano ancor di più e vanno a

buttare altri palloni a terra, costruendosi ben quattro palle set,

parziale chiuso sul 25-20 per un fallo a rete della squadra di casa.

Altro equilibrio in avvio di quarto set, 4-4, fino al break Hydra che gira

avanti 8-7: dopo la pausa Testagrossa continua ad essere padrone della

rete e dei muri, bloccando ogni tentativo del Sabaudia e facendo allungare

la sua squadra fino al 12-9. Sabaudia comunque non molla, accorcia e resta

attaccata agli avversari grazie a Scialò e agli arbitri che continuano a

combinarne di tutti i colori, ma l’Hydra è sempre davanti 16-15. Nuova

parità poco dopo, ci si avvicina al finale di set e il pathos sale,

Ranieri Tenti in difesa Hydra prende tutto, dall’altra parte il solito

Scialò sembra infermabile quando servito e tiene i suoi a galla, la Cis

allunga sul 22-19 e poi sul 24-21, set e incontro chiusi sul 25-22 con il

solito muro del mattatore di oggi, Testagrossa,

Vittoria dicevamo meritata nel computo generale del match, tutti i ragazzi

hanno contribuito alla causa, su livelli alti la ricezione che ha permesso

al capitano Quartarone di smistare il gioco per i suoi attaccanti, il

resto lo hanno fatto come detto il muro e il servizio cresciuto

notevolmente durante il corso del match.

Raggiante a fine match il coach pontino Gatto: “Sono molto contento per la

vittoria ovviamente, abbiamo sofferto nel primo set, anche se poi avevamo

recuperato bene ma un paio di errori al servizio hanno fatto si che il set

andasse al Sabaudia. Poi siamo cresciuti molto, siamo stati più ordinati e

battuto meglio, anche la difesa è migliorata ed abbiamo controllato il

match. Un plauso va a tutti i ragazzi.”

Silvio Bagnara

Ufficio Stampa

Hydra Volley Latina

Updated: 15 gennaio 2017 — 20:38
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme