Raf103e5

Dal 1976 incredibilmente vera

Fondi, Mario Fiorillo, a proposito di differenziata.

Dal momento che il resoconto del Consiglio Comunale di ieri, pubblicato sul sito del Comune è parziale ed incompleto, in quanto artatamente si espone solo la risposta del sindaco, pubblico qui di seguito l’interrogazione che ho presentato in merito ai disservizi che il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti sta registrando. Preciso che nella conferenza dei capigruppo di venerdì scorso ho con forza richiesto che venisse inserito all’ordine del giorno del Consiglio comunale una discussione in merito. Solo Giovanni Trani di NCD è stato d’accordo con me. I capigruppo della maggioranza, come se seguissero un ordine di scuderia, hanno opposto un fermo rifiuto. Ci saremmo aspettato anche un atteggiamento diverso dal Presidente del Consiglio, che abbiamo votato pure noi. Mancava anche in quella occasione, oltre che in Consiglio comunale, il consigliere di Movimento 5 stelle. Avevamo anche preparato una richiesta di convocazione del Consiglio comunale sul tema ma, mancando il consigliere Antonelli, non abbiamo potuto raggiungere il numero minimo (5) per la richiesta. Questa è l’interrogazione:

Al Sindaco
All’assessore all’Ambiente
del Comune di Fondi

Il sottoscritto consigliere comunale Mario Fiorillo in merito al nuovo servizio di Raccolta dei rifiuti vi interroga per sapere:
1. se riteniate che nella definizione dell’importo base di gara sia stato dato il giusto peso al risparmio, progressivamente sempre più consistente negli anni, dovuto proprio alla differenziazione e al conseguente riutilizzo di quote sempre maggiori di rifiuti e alla notevole riduzione della frazione da conferire in discarica;
2. quali siano i motivi per cui all’albo non è pubblicata la determinazione di consegna del servizio al RTI De Vizia Urbaser;
3. cosa abbia fatto e faccia l’Amministrazione per far rispettare il cronoprogramma presentato nell’offerta temporale dal RTI;
perché non siano stati individuati dirigenti/funzionari incaricati del controllo;
4. quali azioni intenda mettere in campo l’Amministrazione, vale a dire se intenda chiedere penali, in merito a quelle che appaiono evidenti inadempienze del RTI appaltatore derivanti dal mancato rispetto del cronoprogramma (mancata attivazione dell’ecosportello, ad es.);
5. perché non siano disponibili sul sito, nello specifico settore di Amministrazione trasparente, le offerte tecnica e temporale che costituiscono parte integrante del contratto. Questo permetterebbe ai cittadini di conoscere in maniera precisa e chiara quali sono i termini del servizio e farsi anche parte attiva nel giusto controllo civico del servizio.
6. se sia stata presentata richiesta da parte del RTI appaltatore di sostituire l’edificio industriale da attrezzare a cantiere di servizio presentato nell’offerta tecnica con altro edificio e se, a questo proposito, riteniate di poter smentire le voci che forse artatamente girano in città.

A queste precise domande il sindaco ha risposto in maniera evasiva ed inadeguata, come si evince peraltro dallo stesso report/velina presente sul sito del Comune.

Ovviamente l’interrogazione era stata concordata e pienamente condivisa con gli altri consiglieri del Partito Democratico, Maria Civita Paparello e Luigi ParisellaLogo_del_PD

Updated: 30 luglio 2016 — 12:03
Questo sito e' gestito dall'Associazione Culturale Raf103e5 Info@raf103e5.it Frontier Theme